FASHION & BEAUTY   

TRICO...tillo...mania

C'è qualcosa da sapere!


Ricordo che nella nostra rubrica Fashion&Beauty per questo 2019 abbiamo voluto dedicare una sezione “Inner Beauty”, riguardante la bellezza interiore che fa parte della nostra parte più profonda, “Inner” appunto…che spesso passa dall’aspetto esteriore…Questo è il secondo capitolo e parleremo di un “disturbo” che ci farà scoprire noi stessi…e lo faremo con l’aiuto della nostra amica e psicoterapeuta Dott.ssa Annagrazia Ruscitti: la Tricotillomania, una parola di cui si sente poco parlare: deriva dal greco ed è composto da trico (capelli), tillo (strappare), mania (impulso).

capelli sono da sempre sinonimo di fascino e seduzione, espressione di energia vitale, essi sono ciò che incorniciano il nostro viso, dandogli una connotazione “particolare”, solo nostra, che caratterizza la nostra identità. Che siano lunghi, corti, lisci o ricci (andate avanti voi…) i capelli hanno assunto nel corso delle epoche storiche e culture più diverse, significato simbolici di natura antropologica, culturale e sociale, talvolta anche di “status”…

 

A chi non è capitato di arrotolarsi i capelli in un momento della giornata, magari per farsi un’auto coccola in momenti di tensione o preoccupazione…ma attenzione a non farlo degenerare in un gesto continuo ed incontrollato perché allora può essere sintomo di un disturbo!

 

<<La Tricotillomania è un disturbo caratterizzato dallo strappo impulsivo dei capelli, non a fini cosmetici, e che determina una significativa perdita degli stessi.
Quello dello strapparsi i capelli è un gesto che si concentra al confine tra l’interiorità e l’esteriorità dell’essere umano, un disagio interno che si traduce in perdita esteriore, attraverso un cambiamento rilevante, autoindotto, del proprio aspetto esterno. Tale disturbo è associato a un senso di imbarazzo per il comportamento e l’aspetto che ne risulta, per questo chi ne è affetto spesso fa uso di trucchi e parrucche per camuffare le aree prive di capelli. Lo strapparsi i capelli spesso avviene mentre il soggetto esegue un'altra attività, come leggere, guardare la tv, parlare a telefono e in particolari momenti del giorno.

Essendo legato ad un disagio interiore, la cura passa attraverso tecniche psicologiche, volte ad aumentare la consapevolezza della persona rispetto all’ansia sottesa ad ogni singolo episodio di strappo dei capelli e la capacità di interromperlo attraverso una comprensione maggiore delle emozioni che ne sono alla base.

La vita frenetica spesso ci porta a darci tempi rapidi, che generano stress. Ricalibrare la propria vita, curando anche i tempi dedicati alla cura di se stessi e al riposo, può intanto essere il primo passo per ritrovare serenità e un maggior equilibrio emotivo, in grado di cominciare ad interrompere questo gesto ripetitivo di origine emozionale >>.

Con questo articolo vogliamo dare un messaggio a tutte le persone che compiono questo gesto in modo automatico, senza neanche accorgersene, non per farle preoccupare, ma per dare utili spunti in modo da “osservarsi” di più nella parte interiore e soffermarsi a pensare a se stessi, anche in contesti di vita frenetica e “velocissimi”. Ascoltiamoci, facciamo caso a noi stessi e non dimentichiamoci MAI di essere persone rare e meravigliose.

Ringraziamo la Dott.ssa Annagrazia Ruscitti per la sua vicinanza a Myranda Style e alla sua infinita professionalità e vi invitiamo a seguirla e a leggere il suo libro di poesie “L’Angelo della Musica”, Masciulli Edizioni http://www.masciulliedizioni.com/prodotto/langelo-della-musica
Dott.ssa Ruscitti, psicologa e psicoterapeuta https://www.facebook.com/ruscitti69/
 

Marzia Tammaro  



TAG DELL'ARTICOLO: equilibrio, energia, momento